Welfare Edenred

Premi di Risultato, il welfare premia i dipendenti più meritevoli

Che il Welfare Aziendale abbia, tra le altre, anche la capacità di incentivare i collaboratori è ormai noto: in base a criteri meritocratici, chi fa meglio di altri può essere gratificato e ottenere di più. E, con una circolare pubblicata il 29 marzo del 2018 dall'Agenzia delle Entrate, arriva ora anche sul sul piano normativo la conferma che è consentito “premiare” i dipendenti più meritevoli rispetto agli altri. Si tratta di un testo in cui si fa chiarezza, tra i vari aspetti, anche su questo.

Che cosa prevede la circolare sui premi legati a performance individuali

Già due anni fa l'Agenzia delle Entrate aveva precisato che la strutturazione del premio di risultato (convertibile in welfare aziendale in modo tale da essere completamente esentasse) è un aspetto distinto da quello attinente gli incrementi di risultato che l’azienda deve raggiungere per rendere possibile l’applicazione dell’imposta sostitutiva sui premi. 

In quest'ultima circolare si precisa che la strutturazione del premio di risultato risponde esclusivamente alle politiche retributive concordate con le organizzazioni sindacali.

Una volta che c'è l'intesa con le forze sociali, dunque, non ci sono altri ostacoli. Non solo: l'Agenzia delle Entrate evidenzia come non ci siano impedimenti a premi specifici. Premi legati, cioè, a risultati ottenuti da singoli componenti del personale o alcune sezioni specifiche.

“La circostanza che il premio di risultato sia differenziato per i dipendenti sulla base di criteri di valorizzazione della performance individuale – si legge nel testo interpretativo del 29 marzo – non si pone in contrasto con la condizione richiesta dalla legge per l'applicazione dell'imposta sostitutiva (e per i contratti stipulati dal 24 aprile 2017, anche dell'agevolazione contributiva) data dal conseguimento da parte dell’azienda di un risultato incrementale che può riguardare la produttività, o la redditività, o la qualità, o l’efficienza o l’innovazione".

I vantaggi dei premi di risultato per dipendenti e azienda

Nel documento in cui offre delucidazioni sui contenuti delle Leggi di Stabilità 2017 e 2018, l'Agenzia delle Entrate implicitamente incentiva lo sviluppo di un fenomeno già in atto: ovvero proprio quello di garantire riconoscimenti diversi a seconda della produzione.

In pratica, si dà più welfare a chi se lo merita. L'apertura a una tassazione agevolata anche per premi di produttività differenziati garantisce vantaggi sia all'azienda sia al dipendente. Quest'ultimo sarà infatti stimolato a lavorare al meglio per raggiungere gli obiettivi per ottenere una gratificazione in termini di welfare aziendale più alta possibile e l'impresa beneficerà del massimo impegno dei suoi collaboratori in termini di conti e produzione.

Altre notizie dal mondo Welfare Aziendale...