Welfare Edenred

I trattamenti di bellezza per i dipendenti tra i benefit del welfare aziendale

Welfare aziendale significa anche massaggi e manicure alla scrivania nel tempo di una pausa caffè. La bellezza sbarca in ufficio come benefit aziendale e nel contesto di un nuovo welfare sempre più a misura di dipendente. Un trend in crescita che passa da recenti analisi che hanno dimostrato come il 76% dei lavoratori in tutto il mondo accusi problemi fisici, il 38% sia sottoposto a un alto tasso di stress e pressione e il 24% sia demotivato e non dimostri alcun attaccamento al posto di lavoro. Una “piaga” che incide sulla produttività e la presenza del dipendente in azienda. E che sempre più sta spingendo le aziende ad avviare un cambiamento: le persone poco incentivate e non in salute, infatti, non riescono a raggiungere i risultati attesi, quindi difficilmente potranno essere felici con il proprio lavoro quotidiano.

 

Il welfare aziendale migliora l’employer branding e l’engagement Index

Al contrario, l’adozione di politiche di welfare generano un employer branding ed un engagement index più elevato rispetto a quelle che non le implementano; un modello che offre di conseguenza l’opportunità di accrescere il valore dell’impresa dal punto di vista dell’employer branding. Ecco allora che l’ultima frontiera del welfare aziendale è diventata la cura del corpo e dello spirito della persona. Oltre alla possibilità per le aziende di mettere a disposizione dei propri collaboratori voucher per accedere autonomamente a terme o centri benessere, l’offerta in tal senso si è allargata anche a servizi in stile “Spa” a misura d’ufficio.

 

Trattamenti di bellezza di ufficio per migliorare il work-life balance

In un mercato in forte crescita sono diverse le startup che si muovono in questo campo. ShapeMe ha lanciato inizialmente una piattaforma online dove prenotare massaggi a domicilio, allargando successivamente la propria offerta e rivolgendosi direttamente alle aziende.

Ogni persona gode di un massaggio decontratturante della durata di 15 minuti. Non c’è bisogno di spogliarsi, il massaggio avviene da vestiti. Inoltre, non vengono usati lettini, ma speciali sedie ergonomiche fornite dagli stessi massoterapisti che arrivano in ufficio. Dopo il servizio ognuno può tornare al lavoro più rilassato e con il morale certamente sollevato. Oltre al massaggio in ufficio, poi, ShapeMe ha messo a disposizione delle aziende la possibilità di effettuare check-up periodici per misurare il benessere dei lavoratori e trail di running con un trainer motivazionale per favorire il team-building.

Sul fronte massaggi è simile la proposta di Office Massage, la società milanese mette infatti a disposizione delle aziende un team di professionisti specializzato in interventi aziendali "on-site. Oltre al classico massaggio propone anche l’organizzazione di "giornate benessere" aziendali; il massaggio a fiere, congressi, meeting e in ogni tipo di evento speciale; formazione al benessere e alla gestione dello stress in azienda.

E per andare oltre i massaggi, Chief Beauty Officer (Cbo) offre anche servizi di manicure con lo slogan di “trasformiamo la tua azienda nel posto di lavoro ideale.

Altre notizie dal mondo Welfare Aziendale...